Posta Elettronica Certificata - PEC


COMMERCIALISTA INFORMATICO - COMMERCIALISTA DIGITALE- COMMERCIALISTA INFORMATICO - COMMERCIALISTA DIGITALE
Ebook       Ebook       Ebook       Ebook       Ebook       Ebook       Ebook       Ebook
STUDIO ROSSINI - Il 1° Commercialista Informaticoin Italia nella Consulenza Professionale E-commerce
Posta Elettronica Certificata - PEC

Ebook  SMS Marketing
La Posta Elettronica o E-mail (Electronic Mail) è un "file" digitale inviato via Internet da un mittente ad un destinatario.

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è uno strumento che permette di sostituire "digitalmente" la tradizionale raccomandata AR cartacea, cioè con "avviso di ricevimento";
a tale messaggio di posta elettronica, peraltro, possono essere allegati "file" di testo, immagini, audio, video e altri ancora.

La PEC può aggiungere inoltre la certificazione del contenuto del messaggio solo se in combinazione con un certificato digitale. La PEC non certifica l'identità del mittente, né trasforma il messaggio in "documento informatico", se il mittente omette di usare la propria firma digitale.

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica nel quale è fornita al mittente documentazione elettronica, con valenza legale, attestante l'invio e la consegna di documenti informatici.

La Posta Elettronica Certificata (PEC) é il nuovo sistema di posta elettronica che permette di assegnare al mittente garanzie sulla trasmissione e la ricezione dei messaggi. Sia l'invio che la consegna dei messaggi di PEC vengono, infatti, certificati mediante rilascio di particolari ricevute che hanno valore legale e attribuiscono all'e-mail l'equivalente valore di una raccomandata AR, cioè con Avviso di Ricevimento, in relazione a quanto disciplinato dal decreto DPR 11 Febbraio 2005 che norma l'utilizzo della PEC.

"Certificare" l'invio e la ricezione - i due momenti fondamentali nella trasmissione dei documenti informatici - significa fornire al mittente, dal proprio gestore di posta, una ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio e dell’eventuale allegata documentazione.

Allo stesso modo, quando il messaggio perviene al destinatario, il gestore invia al mittente la ricevuta di avvenuta (o mancata) consegna con precisa indicazione temporale.

Nel caso in cui il mittente smarrisca le ricevute, la traccia informatica delle operazioni svolte, conservata per legge per un periodo di 30 mesi, consente la riproduzione, con lo stesso valore giuridico, delle ricevute stesse.